. . .

Ormai non riesco nemmeno a ricordare quanti interventi ho intitolato con solo puntini sospensivi. . .
Così come non riesco a ricordare quanto tempo fa ho ascoltato l’ultima volta il cd ROSSO RELATIVO di Tiziano Ferro. . . L’ho riscoperto ieri. . . E ne sono contenta. . . E’ un album che, se ascoltato con attenzione e con particolari emozioni nel cuore, regala sensazioni uniche. . . Mai Nata mi ha praticamente tirato un pugno in volto. . . Il Confine. . . Mi rispecchia in maniera totale. . .
Ecco il testo:
Sai cosa c’è?
Ci sei te
Da un po’ in qua
No non capisco ora te lo confesso
E’ assurdo sai?
Ti cerco mentre
Duemila "te"
Mi girano intorno mi parlano e io
Non li sento
O forse sono sordo
Li guardo
E forse non li vedo
Sarei fortunato ad averti qui
Ma non posso piangerti
All’infinito
Morire qui per te

RIT:
Il confine tra i miei sentimenti è così sottile
Che non riesco più a ragionare
E non capisco se
Ti odio o sono innamorato di te
Il confine tra i miei sentimenti è così sottile
Che tu riesci ad uscire e a entrare
E non capisco se
Ti odio o sono innamorato di te

Io lo so
Come sei
Mi fai male
Prima ferisci e scappi
Poi torni di nuovo
Io invece poco
Ma in fondo a te ci credo

E se riuscissi a trattare me
Come poi tratti l’idea di me
Io voglio rispetto
E’ un mio diritto

RIT:

Fare e disfare
E’ il tuo mestiere
Ed io che osservo senza reagire
Prima…rapito, legato e torturato
Poi…fuggito, confuso tu mi hai ri-illuso

RIT:

 
Ho evidenziato le parti per me principali. . . Noterete una differenza di evidenziazione. . . Non è un mio errore. . . In giallo evidenzio le parti con "consigli" che dovrei seguire. . . Com’è facile capire quello che dico eh? E’ talmente palese la persona di cui sto parlando che mi meraviglio come ancora non ne abbia scritto il nome, ma continuo a celarlo. . . Mah forse lo faccio con la speranza che non abbiate capito e io possa tentare di salvare la faccia almeno per una volta. . . Vana speranza. . . D’altronde, se non accettassi questo "rischio certo", non scriverei sul blog. . . Solitamente non lo faccio. . . Però. . . Sto attraversando un periodo nel quale voglio esternare le mie emozioni. . . E se legge anche LUI quello che scrivo. . . Poco male. . . Spero solo che non GLI dia fastidio. . . Se così fosse. . . Stavolta non GLI garantisco di cancellare tutto. . . Questo non parla solo di LUI. . . Ci sono anche io qui dentro. . .
E inizio a rendermi conto che troppo spesso (diciamo sempre) ho sovrapposto LUI a me, annientando me. . . Però. . . Non va bene così. . . Io sono IO, non sono LUI, non devo vivere in funzione di LUI. . . Come invece sto facendo da troppo tempo. . . La SUA parola per me è legge. . . Ma è giusto tutto ciò? No. . . Io devo avere una MIA vita. . . Per me soprattutto e anche per LUI. . . Lo sto opprimendo e me ne rendo conto, e GLI chiedo scusa in ginocchio. . . Ecco che mi sottometto di nuovo. . . E ancora. . . E ancora. . . La mia è una vita di sottomissione, con LUI come mio signore e padrone. . . Ma cosa sto combinando?! Davvero può minimamente esistere quello che sto facendo?! No. Naturalmente no. Ma invece è la realtà delle cose. . . Sono ai SUOI piedi. . . Ma tutto ciò è giusto? No. . . Ok continuare ad amarlo, ma non distruggere la mia vita in questo modo per una persona che non ricambierà MAI i miei sentimenti. . .  Anzi pensandoci bene non è giusto nemmeno continuare ad amarlo. . . Ma è così difficile smettere. . . Come dicevano i Liquido in Narcotic:
And I called your name like an addicted to cocaine calls for the stuff he’d rather blame . . .
E chiamavo il tuo nome come un cocainomane grida per la cosa che più incolpa. . .
Cosa mi ha fatto? Mi ha fatta diventare dipendente da LUI. . . Quasi come fosse una droga. . . Però. . . Nonostante questo. . . Non saprei mai immaginare una vita senza di LUI. . . Il 90% dei miei momenti di felicità li devo a LUI. . . E’ forse colpa mia se sono così debole da non saper mollare quell’ancora di certezza che è il mio amore per LUI e buttarmi nel mare ignoto della libertà? Si. E’ tutta colpa mia. . . LUI non c’entra niente. . . Per quanto io adori accusarlo di cose di cui LUI non ha alcuna colpa. . . Ma è così bello scaricare le proprie colpe sugli altri. . . C’è solo un piccolo dettaglio: invece di farmi sentire sollevata mi fa sentire ancora di più una m.erda, dato che poi so benissimo che LUI non mi ha MAI fatto niente. . . Mai illusa. . . Mai. Mi ha sempre detto le cose chiaramente, con una sincerità disarmante che sfiorava quasi il sadismo. E io ho anche il coraggio di accusarlo? Sono una vigliacca, che non sa affrontare i suoi problemi. . . Li affronterò un giorno? Lo spero. . . Spero di trovare la forza. . . Anche perchè. . . Così non posso continuare. . . Mi sto davvero lasciando morire, è forse un tentativo di suicidio il mio? Potrebbe essere. . . E’ riuscito a condurmi al suicido? Beh, allora sono proprio messa male. . .
Pongo fine allo sproloquio. . .
Buonanotte a tutti. . .
 
Fox
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...